Call for papers convegno "Gli Archivi nelle sommosse e nelle guerre". Dall’età napoleonica all’era della cyber war

05/08/2020


Guerre e sommosse hanno da sempre messo a rischio la conservazione degli archivi, ma l’età napoleonica introdusse, anche in questo campo, novità rilevanti, con le quali conviviamo ancor oggi. Per tutto l’Antico regime gli archivi subirono distruzioni volontarie o divennero bottino di guerra soprattutto per ragioni pratiche, per la volontà di servirsi delle informazioni in essi contenute per governare i territori di nuova acquisizione o, al contrario, per privare il nemico di quelle stesse informazioni. Dall’inizio dell’Ottocento ai giorni nostri, si sono aggiunte altre ragioni che, direttamente o indirettamente, hanno messo a rischio gli archivi.

Fu proprio Napoleone a voler creare un «grande archivio del mondo» - come illustrato nel volume "L’Archivio del mondo. Quando Napoleone confiscò la storia" di Maria Pia Donato - raccogliendo a Parigi, la capitale del nuovo Impero, documentazione tratta da tutti i paesi occupati, al solo scopo di simboleggiare la nascita di una nuova storia universale. Da quell’epoca, il valore storico, ma anche simbolico, degli archivi li ha trasformati in strumenti politici finalizzati ad avvalorare o screditare la legittimità di guerre e rivolte combattute in nome di un’identità nazionale o per ragioni ideologiche.

Il convegno si terrà dal 19 al 21 maggio 2021 in Archivio di Stato di Milano e sarà articolato in 5 sessioni, dedicate ad altrettanti periodi storici o alle tematiche sotto indicate, da definire sulla base delle proposte che perverranno. Ogni intervento durerà 20 minuti, seguiti da 5 minuti di domande e risposte.

Candidature interventi

Il termine per la presentazione delle proposte è fissato al 30 settembre 2020. I candidati dovranno presentare un abstract dell’intervento, in italiano e in inglese (massimo 400 parole), e un curriculum vitae, dal quale emergano le principali esperienze di studio e ricerca pregresse.  
Durante il convegno le relazioni potranno essere tenute in lingua italiana o inglese. Nel caso di relatori che preferissero intervenire in altre lingue, sarà previsto un servizio di traduzione simultanea. In quest’ultimo caso, per agevolare la traduzione, il relatore dovrà fornire in anticipo il testo che intende presentare. Per la successiva pubblicazione degli atti, sarà comunque richiesto a tutti i relatori di presentare l’elaborato in italiano o inglese.
L’elaborato finale potrà essere presentato in inglese o italiano, con termine indicativo di consegna entro il 31 agosto 2021. Si prevede la successiva pubblicazione degli atti con editore internazionale. 

E-mail per l’invio delle proposte: convegnoasmi2021@gmail.com.

Temi

1. Archivi, guerra e diplomazia

  • Gestione, trasformazione e creazione di archivi in previsione della guerra, durante la guerra o dopo la guerra.
  • Come mutano gli archivisti e la loro professione durante i periodi bellici.
  • Gli archivi della diplomazia.

2. Archivi segreti e archivi pubblici

  • Consultabilità e accesso agli archivi.
  • Archivi come strumento di potere.
  • Archivi come strumento di salvaguardia dei diritti.


3. Archivi tra “impero”, “nazione” e “decolonizzazione”

  • Gli archivi come strumenti di potere simbolico.
  • Gli archivi come strumenti identitari.
  • Gli archivi nelle crisi, nelle sommosse e nelle fasi di transizione.

4. Archivi strumento e archivi monumento

  • Selezione/distruzione degli archivi del passato per la costruzione di una narrazione storica.
  • La “costruzione” di nuovi “archivi” (raccolte di autografi, carteggi, epistolari, fonti orali, diari, etc.).
  • Archivi smembrati, dispersi, distrutti e prelevati / archivi conservati intenzionalmente o preterintenzionalmente.

5. Archivi e tecnologie

  • Gli archivi come prodotto e strumento tecnologico.
  • Affidabilità e autenticità degli archivi nell’era di cyber security e artificial intelligence.
  • Controllo e uso dei dati.


Scarica il testo completo in italiano (PDF, 110 KB)

Scarica il testo completo in inglese (PDF, 114 KB)