Italica: la scrittura classica del Rinascimento italiano

04/02/2017

Archivio di Stato di Milano

Si sono appena chiuse le iscrizioni al corso gratuito di calligrafia "Italica: la scrittura classica del Rinascimento italiano", tenuto dal professor James Clough, docente dell’Associazione Calligrafica Italiana.

Il corso, a numero chiuso, è articolato in quattro lezioni che si terranno in Archivio di Stato di Milano di sabato mattina, il 4, l’11, il 18 e il 25 febbraio.


Titolo del corso: “Italica: la scrittura classica del Rinascimento italiano”

L’Italica o "la Cancelleresca Corsiva” fu un grande dono dell’Italia rinascimentale al mondo. Questo stile è stato formalizzato nel primo manuale stampato di calligrafia stampato a Roma nel 1522 ma, in seguito alle modifiche barocche di Giovan Francesco Cresci, fu dimenticato per due secoli, fino al Novecento.
E dopo il trionfo del Corsivo Inglese nel Sette e nell’Ottocento, fu proprio un calligrafo inglese, Edward Johnston, a proporre l’italianissimo “Italica”, come modello di calligrafia. Da molti anni l’Italico è lo stile preferito dai calligrafi dei nostri tempi.

Il docente: James Clough ha insegnato il corsivo inglese per più di venticinque anni in Italia e durante questo periodo ha pure coltivato e approfondito una conoscenza dell'Italico. Professionalmente ha adoperato questo stile per lavori commerciali e l’ha insegnato in diverse scuole in Italia e in Svizzera.